Quando il piumone è troppo caldo?

Piumone troppo caldo? Come scegliere al meglio

Il piumone è un elemento essenziale per un riposo ottimale. Che fare però se il tuo piumone non soddisfa le tue esigenze?

Può capitare infatti di acquistare un prodotto che non soddisfi appieno il tuo bisogno di un riposo perfetto.
Cosa fare quindi quando il piumone è troppo caldo o troppo leggero?

Vediamo insieme come scegliere il piumone perfetto per ogni esigenza e scopriamo quali sono gli aspetti da tenere in considerazione per acquistare il piumone dei tuoi sogni!

Come scegliere il piumone perfetto

Il piumone è un elemento essenziale per riposare al meglio, garantendo caldo e comfort. Disporre del giusto tepore durante la notte, è infatti fondamentale per assicurarsi un riposo ottimale.

E' però necessario assicurarsi che la temperatura non sia eccessivamente elevata o al contrario, fredda. Dovrai infatti assicurarti di riposare, evitando di svegliarti la mattina successiva con un po' di raffreddore o sudato per l'eccessivo calore.

Per ovviare al problema, ci sono dei criteri da tenere in considerazione per scegliere il piumone più adeguato alle tue esigenze. Alcuni degli aspetti che devi considerare per scegliere il tuo piumone matrimoniale sono l'imbottitura, la grammatura e il rivestimento.
In base a questi elementi infatti, potrai ottenere un prodotto più o meno pesante o caldo.

In aggiunta, devi anche considerare le diverse misure del piumone disponibili sul mercato, per assicurarti che il prodotto non sia troppo lungo o troppo corto.

Vediamo, nel dettaglio queste caratteristiche e come riuscire a muoversi al meglio in un mercato che propone un'ampia gamma di scelta.

Occhio all’imbottitura

La prima caratteristica da valutare quando sei in procinto di acquistare un piumone è l'imbottitura.

L'imbottitura è la principale componente per la trasmissione di calore. Pertanto, devi fare attenzione che l'imbottitura non sia eccessivamente pesante, e non trasmetta un calore troppo elevato che ti faccia sudare.

In linea di massima possiamo dire che l'imbottitura può essere di due tipologie: sintetica o in piuma.
La differenza tra un piumone in piuma e un piumone con imbottitura sintetica è abbastanza visibile e può essere apprezzata anche al tatto.

Scegliendo un'imbottitura sintetica sicuramente il risparmio è superiore, ma al livello di qualità e durata, può rivelarsi poco soddisfacente.

Grossomodo, un piumone sintetico può durare al massimo fino ai 10 anni. Un piumone in piuma, invece, può superare abbondantemente anche i 15 anni di durata. Ovviamente, molto dipende dalle cure che avrai nei confronti del tuo piumone e dove lo andrai a riporre durante il periodo estivo.

A prescindere dalla durata, il piumone sintetico non ti permette di godere di alcuni aspetti essenziali del piumone in piuma. Primi fra tutti, la capacità di traspirazione e di termoregolazione.

Il piumone in piuma ti consente di poter godere di quell'isolamento termico necessario per mantenere un certo tepore costante durante la nottata.

I vantaggi del piumone in piuma

I vantaggi nello scegliere un piumone in piuma sono molteplici.

Innanzitutto, avrai a disposizione un prodotto più leggero e piacevole al tatto.

Un piumone in piuma è inoltre in grado di offrire un calore costante ed omogeneo in tutte le zone del letto, garantendo la giusta temperatura tutta la notte.

Questo è un aspetto essenziale che molto spesso i piumoni sintetici non hanno, risultando spesso pesanti ed eccessivamente caldi.

Uno dei maggiori pregi del piumone in piuma è la sua capacità di traspirazione che consente di assorbire l'umidità e di cederla all'ambiente esterno, regalando una costante sensazione di freschezza.

Scegliere un piumone in piuma di buona qualità, ti consentirà di evitare di sudare durante la notte e svegliarti la mattina perfettamente asciutto.

In aggiunta, un buon piumone in piuma è anallergico e garantisce quindi i massimi standard di igiene, impedendo l'accumulo di fastidiosi acari della polvere.

Grammatura del piumone

Spesso si tende a credere che acquistando un piumone in piuma, si otterrà un prodotto estremamente pesante.

Questa convinzione rappresenta in realtà un falso mito: infatti, maggiore è la qualità del piumone e minore sarà il suo peso.
Devi infatti tener presente che in media, un fiocco di piuma può pesare tra i 2 e 3 milligrammi, rappresentando quindi uno dei materiali pià leggeri in natura.

Questi aspetti possono essere considerati prima dell'acquisto, osservando un valore specifico, definito Filling Power, vale a dire, la capacità di riempimento del piumone in piuma.

Il Filling power rappresenta il rapporto tra volume e peso dell'imbottitura.
Pertanto, più alto è questo indice, migliore sarà la qualità della piuma e la leggerezza del piumone.

Molto spesso si parla anche di grammatura, un parametro che ti permette di scoprire il peso delle piume rispetto a un metro quadrato di prodotto. Anche la grammatura è in grado di darti un'idea ben precisa del peso del piumone e della sua capacità di offrire calore.

Inoltre, per assicurarsi un riposo ottimale è bene disporre di almeno due piumoni: uno più pesante, per il periodo invernale e uno più leggero, per le stagioni più miti.

La tipologia deve essere scelta in funzione delle temperature medie della tua camera da letto. Se le temperature nella tua camera da letto sono elevate, è preferibile optare per un piumone più leggero.
Se il tuo piumone è eccessivamente caldo, infatti, rischieresti di sudare durante la notte.

Questo aspetto può essere sfruttato anche per ottimizzare i consumi energetici nella tua abitazione per quanto riguarda il riscaldamento.
Infatti, se hai acquistato un piumone matrimoniale in piuma, puoi mantenere le temperature notturne nella tua camera da letto più basse. Insomma, per riposare al meglio e godere del massimo comfort possibile.

Il rivestimento

Nella valutazione dei criteri per la scelta di un piumone adatto, si tende a non prendere in considerazione il rivestimento del prodotto.

In realtà, si tratta di un elemento molto importante in quanto bisogna essere certi che sia adatto ad esigenze specifiche. Il rivestimento completa l'imbottitura dando il proprio contributo sia in termini di comfort al tatto, che nel conferire proprietà traspiranti e anallergiche.

La scelta del rivestimento, può spaziare tra tipologie di cotone come ad esempio cambric, cotone saten o cotone fine batiste. Potrai disporre in questo modo di una sensazione di benessere e di freschezza che certamente è un aspetto da non trascurare.

Misure del piumone

Ultimo criterio per scegliere il tuo piumone in piuma riguarda le dimensioni.

Naturalmente, le misure da tenere in considerazione sono quelle che vengono dettate dal tuo letto, in quanto in commercio ne esistono di varie tipologie.
Non è raro, infatti, che i costruttori di letti propongano modelli di dimensioni differenti seppur tutti pensati per un uso matrimoniale.

Il consiglio che possiamo darti è quello di scegliere un piumone che abbia una misura almeno maggiore di 20 cm rispetto alla tua altezza.

Naturalmente, non è possibile personalizzare le misure del piumone.
Esistono però dimensioni standard all'interno delle quali puoi scegliere il prodotto più adatto alle tue esigenze.

Scegli quindi un prodotto che si abbina alla perfezione con lo stile del tuo letto per assicurarti una camera perfetta e alla moda.

Conclusioni

Per scegliere il miglior piumone adatto alle tue esigenze, devi tenere in considerazione alcuni criteri molto importanti, come l'imbottitura, la grammatura, le misure e il rivestimento.

Cerca di effettuare una scelta idonea per le tue abitudini e per il tepore di cui vuoi godere, per evitare l'eccessivo accumulo di calore che ti farebbe sudare.

Se stai cercando un prodotto di qualità e che duri nel tempo, opta per un piumone in piuma, la scelta più adatta per il miglior riposo possibile!

lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati